Supporto alle comunità

Impegno sul territorio
Salini Impregilo lavora affinché le comunità locali riconoscano il Gruppo come un’organizzazione rispettosa delle culture, dei bisogni e delle aspettative dei popoli delle aree in cui opera.

Nel decennio 2005-2015 Salini Impregilo ha realizzato oltre 120 iniziative in ambito sociale, educativo, sanitario, culturale e sportivo per un investimento complessivo di 9,2 milioni di euro.

Il modello di supporto alle comunità locali del Gruppo, che si è sviluppato proprio in Etiopia prima di essere applicato agli altri Paesi, ha alla base tre fattori chiave: profonda conoscenza del territorio, ascolto e coinvolgimento continuo delle comunità e impegno a sostenerle nel loro percorso di sviluppo.

I programmi di sviluppo sono variegati e sintetizzabili nelle seguenti aree:

  • Realizzazione diretta di opere e infrastrutture di pubblica utilità: l’approccio del Gruppo consiste nel mettere a disposizione delle comunità le proprie competenze nel settore delle costruzioni, intervenendo direttamente per progettare e realizzare infrastrutture a beneficio dei cittadini avvalendosi della propria forza lavoro, delle proprie attrezzature e subappaltatori.

    Questo approccio permette di mantenere un rigoroso controllo sull’implementazione di ciascuna iniziativa, garantendo così l’efficienza economica e tecnica durante tutto il processo e aumentando, inoltre, la consapevolezza sulle iniziative di sostenibilità tra dipendenti, clienti, partner, subappaltatori e autorità locali.

    Negli anni sono stati realizzati in Etiopia circa 70 progetti di sviluppo, comprendenti scuole, centri sanitari, uffici pubblici, reti idriche, strade e ponti.
     
  • Sviluppo di iniziative e programmi sociali condotti direttamente e in collaborazione con altre organizzazioni mediante la fornitura di materiali, know-how e fondi per finalità educative, sanitarie e culturali.
     
  • Accesso gratuito alle strutture di cantiere: nelle zone rurali non servite dai servizi di base, il Gruppo garantisce alle comunità locali accesso gratuito ad alcune strutture di cantiere come cliniche, sale per la formazione, pozzi, strade e ponti, permettendo a migliaia di persone un miglioramento immediato della qualità della vita. Nel solo periodo 2013-2015 in Etiopia Salini Impregilo ha assicurato oltre 50.000 prestazioni sanitarie gratuite alle popolazioni limitrofe ai cantieri di Gibe III e GERD.
     
  • Riallocazione delle strutture di cantiere: Salini Impregilo si impegna – in accordo con i committenti – ad individuare soluzioni per riallocare le strutture di cantiere (strade ed edifici utilizzati come uffici e alloggi per il personale) al termine dei progetti, con l’obiettivo di renderli fruibili per le comunità locali. Al termine del progetto Beles, ad esempio, il Gruppo ha svolto delle consultazioni con le comunità locali per valutare insieme gli usi futuri delle aree di cantiere. Dalle consultazioni è emersa la necessità di ottenere nuovi campi coltivabili. Le attività di ripristino ambientali sono state pertanto finalizzate all’uso agricolo.

 

 

CASE HISTORIES

Iniziative per la comunità a Gibe III


Il progetto di Gibe III, oltre ad aver contribuito allo sviluppo dell’economia locale e alla creazione di posti di lavoro, ha dato una forte spinta allo sviluppo sociale dell’area. Negli ultimi anni numerose sono state le infrastrutture stradali costruite dal Gruppo nell’area di cantiere – per uno sviluppo totale di circa 130 km – che hanno permesso l’accessibilità alla regione e facilitato gli scambi commerciali. Un considerevole contributo allo sviluppo dell’area è derivato anche dalla costruzione di scuole, chiese, edifici pubblici e cliniche nonché dagli interventi per le telecomunicazioni che hanno portato il segnale mobile nell’area.


L’impegno del Gruppo a supporto delle comunità locali non è circoscritto alle sole aree in cui opera. Salini Impregilo ha contribuito alla costruzione del Gefersa Mental Health Rehabilitation Centre promosso dalla National Iniziative for Mental Health etiope e con sede nella capitale. Il centro, inaugurato nel 2010, è un’eccellenza sanitaria specializzata nella riabilitazione e reintegrazione dei malati tanto dal punto di vista fisico quanto da quello psicologico.


L’impegno di Salini Impregilo per sensibilizzare la popolazione contro i mali endemici che affliggono il Paese e in larga parte il Continente, è ad ampio raggio e non si esaurisce nel perimetro dei grandi cantieri aperti. Dal 2011, proprio per sostenere la lotta del governo etiope contro la diffusione dell’Aids, il Gruppo ha avviato programmi di prevenzione e controllo contro il virus dell’Hiv anche nella capitale Addis Abeba.


Tra le attività di sviluppo a supporto delle comunità locali spicca E4Impact Foundation. Sulla scia dei progetti avviati nel campo dell’education, nel 2015 Salini Impregilo, in collaborazione con le aziende Securfin e Mapei, con l’Università Cattolica del Sacro Cuore (il più grande ateneo privato d’Europa) e l’Associazione Always Africa, ha dato vita alla fondazione per promuovere la creazione di nuovi giovani imprenditori in Africa.

L’obiettivo di E4Impact Foundation è garantire programmi di formazione entro il 2020 in 15 Paesi del Continente africano, preparando 3mila imprenditori, creando 500 nuove imprese e migliaia di posti di lavoro. L’iniziativa principale realizzata è il Global MBA in Impact Entrepreneurship nell’ambito del quale un’idea di business viene trasformata in un business plan realizzabile. Attualmente sono già 200 i giovani che stanno partecipando ai Master organizzati in vari Paesi, e nella fase pilota del progetto ben il 60% dei partecipanti ha avviato un nuovo business.